PREMIO PRESTIGIOSO AD UN CORAGGIOSO GIORNALISTA MESSINESE – PRIMA EDIZIONE DEL PREMIO GIORNALISTICO NAZIONALE DI ITALIA NOSTRA DEDICATO A GIORGIO BASSANI AD ANTONIO MAZZEO

12 Novembre 2010 Culture

MAZZEO

ANTONIO MAZZEO

PUBBLICHIAMO IL COMUNICATO UFFICIALE

PRIMA EDIZIONE DEL PREMIO GIORNALISTICO NAZIONALE DI ITALIA NOSTRA DEDICATO A GIORGIO BASSANI - FERRARA , 13 NOVEMBRE 2010

Premio “Giorgio Bassani”

ANTONIO MAZZEO

La giuria, unanime, conferisce il Premio di Italia Nostra dedicato a Giorgio Bassani a Antonio Mazzeo per i suoi interventi coraggiosi in difesa del paesaggio e della legalità. Figura di grande rilievo nel mondo del volontariato non violento e pacifista, Mazzeo ha scritto pagine importanti contro le mafie del cemento e sullo scandaloso progetto del ponte di Messina. Italia Nostra ritrova nel suo lavoro lo spirito del proprio impegno etico e culturale.

Menzione speciale

GIUSEPPE CAPORALE

La giuria, unanime, segnala con una speciale menzione Giuseppe Caporale, giovane giornalista de “La Repubblica”, consapevole dell’importanza del suo impegno nell’essere tenacemente presente con una cronaca “non autorizzata” del terremoto negli Abruzzi. Testimone senza reticenze, si è distinto con articoli, con il film documentario Colpa nostra e con il libro L’Aquila non è Kabul. Attraverso questa segnalazione Italia Nostra sente in Caporale una delle voci più chiare della propria battaglia per la ricostruzione dei centri storici dell’Abruzzo.

Riconoscimento alla carriera

ANNA LONGO

La giuria, unanime, intende premiare con uno speciale riconoscimento alla carriera il duraturo impegno e l’appassionata attività di Anna Longo, giornalista che, in un settore tanto importante ed apprezzato come quello radiofonico, cura la redazione culturale dei giornali radio della RAI. In particolare ne sottolinea la grande capacità scientifica e professionale e la scelta etica di concentrarsi sui temi cari ad Italia Nostra nella tutela del patrimonio e dell’ambiente, affrontando argomenti cruciali come gli squilibri idrogeologici, la discussa ricostruzione all’Aquila, la cementificazione diffusa, il degrado dei centri storici, la grande questione dei condoni e delle sanatorie.

Si tratta della prima edizione del premio biennale destinato a uno scrittore/giornalista che si sia distinto negli ultimi due anni per i propri scritti, o per interventi nel settore della comunicazione, a favore della tutela del patrimonio storico, artistico, naturale, paesaggistico del nostro Paese. I lavori pervenuti sono stati esaminati da una giuria composta da figure di spicco di Italia Nostra e da studiosi dell'opera e cultori del pensiero di Bassani quali Anna Dolfi - Docente di letteratura italiana moderna e contemporanea all'Universita' di Firenze, Carl Wilhelm Macke - giornalista e Segretario Generale dell'Associazione umanitaria ''Giornalisti aiutano Giornalisti'' di Monaco di Baviera, Alessandra Mottola Molfino - Presidente nazionale Italia Nostra, storica dell'arte e museologa, Gherardo Ortalli - professore di Storia medioevale nell'Universita' di Venezia, Salvatore Settis - Consigliere Nazionale di Italia Nostra, Direttore della Scuola Normale di Pisa, Docente di Archeologia, Saggista e Gianni Venturi - docente di Letteratura Italiana presso l'Universita' di Firenze.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione