7 Maggio 2012 Mondo News

SCUDETTO ALLA GRANDE SIGNORA: L'incontenibile gioia dei messinesi "bianconeri"

Una gioia incontenibile. I tifosi della Juventus sono tornati a sventolare i vessilli bianconeri e a scendere in piazza per festeggiare lo scudetto atteso ormai da troppi anni. Un minuto dopo il fischio finale della partita di Trieste e della conclusione del derby di Milano in centinaia si sono riversati lungo le strade che portano al cuore della città. Ben presto piazza Cairoli si è trasformata nelle piazze San Carlo e Castello di Torino, in un tripudio di clacson suonati a distesa e di bandiere issate fino in cima ai lampioni o sui tettucci delle auto. «È il titolo più meritato, la Juve è stata la squadra che ha giocato il miglior calcio in Italia per tutto l’anno», hanno urlato giovani e anziani, generazioni cresciute con miti diversi (John Charles, Boniperti, Sivori, Platini, Del Piero e Buffon), che ieri si sono ritrovati insieme a celebrare il trionfo della squadra guidata da Conte. I festeggiamenti sono andati avanti fino a notte inoltrata.