11 Maggio 2012 Mondo News

PALERMO: Pippò Calò in ospedale colpito da infarto

PALERMO – Il boss Pippo Calò, detenuto nel supercarcere di Ascoli, ha avuto una crisi cardiaca ed è stato trasportato in una struttura ospedaliera di Ancona. La notizia si è appresa a Palermo dove oggi Calò avrebbe dovuto comparire in teleconferenza in un processo, che si celebra davanti alla corte d’assise d’appello, per un delitto di mafia in provincia di Agrigento. Nello stesso processo è imputato Bernardo Provenzano. Calò è stato un personaggio chiave della mafia degli anni ’80, quella che a Palermo dava vita a una mattanza mai vista in un paese di cosiddetta democrazia avanzata e a Roma, invec s’inseriva nel mondo politico, curando di persona anche l’aspetto finanziario. Per questo compito fu scelto Pippo Calò, il mafioso di porta Nuova, la stessa famiglia di Masino Buscetta. E fu proprio il pentito più celebre al mondo a chiarire l’esatta dimensione di Pippo Calò. Celebri i duetti a cui i due diedero vita al maxi processo. Duetti che si conclusero però con la nette vittoria di Buscetta, troppo abile per poter essere messo in difficoltà da quello che era stato il principale ambasciatore di Cosa nostra fuori dalla Sicilia.