27 Marzo 2017 Cronaca di Messina e Provincia

Messina: Il ministro Delrio incontra i lavoratori ex Servirail. ‘Ottimismo’

L’incontro con il Ministro Delrio sulla vertenza dei 25 lavoratori ex Servirail c’è stato questa sera a termine del convegno del Pd sui trasporti al teatro VE. Il Ministro dei Trasporti si è soffermato alla presenza dei lavoratori ascoltando con attenzione una breve cronistoria della vertenza. Il Ministro ha dimostrato di essere già a conoscenza della vertenza, grazie all’intervento della sottosegretaria Vicari e dell’On. Vincenzo Garofalo che hanno già portato ad un primo incontro sul tema coi vertici del gruppo Fs. Il Ministro ha mostrato l’intenzione concreta di incontrare nuovamente l’amministratore delegato del Gruppo Fs per risolvere la vertenza in tempi brevi e giungere a soluzione al tavolo regionale dove dovrà trovare conclusione anche la vertenza ex ferrotel. Oggi in un convegno incentrato sui trasporti nello stretto e in Sicilia è stata nuovamente solo la vertenza servirail a far parlare del problema occupazionale che proprio la dismissione delle ferrovie e il mancato sviluppo del settore Mobilità nel territorio ha portato in pochi anni alla perdita di migliaia di posti di lavoro.
“Siamo ottimisti, la conoscenza della vertenza e la ferma intenzione del Ministro di procedere ad un incontro con Fs in tempi brevi era l’obiettivo che i lavoratori si erano posti alla vigilia dell’incontro. Lavoreremo per il tavolo regionale, che dovrà essere sempre la sede per sancire la soluzione di questa vertenza e di quella dei lavoratori ex ferrotel, come abbiamo precisato al Ministro, ma oggi abbiamo avuto una piccola, grande dimostrazione che quando si riesce a superare gli steccati delle divisioni e la rappresentanza politica territoriale si fa interprete delle difficoltà della cittadinanza i temi e le vertenze cittadine possono essere portate all’attenzione anche del Governo nazionale. Non abbassiamo la guardia.  Lavoreremo per concretizzare in tempi rapidi il prossimo appuntamento per Servirail e Ferrotel all’Ars di Palermo”.