CALCIO, TEMPO SCADUTO: Pietro Sciotto presenta la sua manifestazione d’interesse per il Messina. L’assessore Pino: “Il mio augurio è che domani il Sindaco possa affidare il progetto di rilancio del Messina”

24 Luglio 2017 Cronaca di Messina

L’imprenditore dell’automotive Pietro Sciotto ha presentato - come anticipa Francesco Straface su messinasportiva.com - con circa trenta minuti di anticipo rispetto alla scadenza delle ore 12, la sua manifestazione d’interesse per il calcio messinese. Dovrebbe essere il primo vero atto della sua presidenza, dal momento che non sembrano più esserci contendenti nella scalata al titolo di serie D richiesto dall’Amministrazione Comunale alla Lega.

Nelle ultime ore, il titolare di svariate concessionarie automobilistiche della provincia ha lavorato alla definizione degli incartamenti richiesti da Palazzo Zanca, confrontandosi con il suo commercialista Giovanni Giliberto, il consulente Pasquale Squadrito e il fratello Matteo, che è anche sindaco di Gualtieri Sicaminò, il centro che ha dato i natali alla famiglia che si appresta a guidare la nuova società cittadina. Già nel pomeriggio di oggi la Commissione di Valutazione dovrebbe riunirsi per valutare la proposta, mentre l’esito ufficiale dovrebbe essere annunciato dall’Amministrazione nel corso della giornata di martedì 25, in anticipo di 48 ore rispetto al termine imposto dalla Lega Nazionale Dilettanti. L’acronimo ACR, tanto caro alla tifoseria, è formalmente di proprietà di una società immobiliare, la “Lo Monaco Real Estate”, riconducibile all’attuale presidente del Catania, in precedenza al timone del Messina. Tra le parti si sarebbe già registrato un contatto. La querelle relativa alla denominazione del club era oggetto d’altronde anche di un contenzioso giudiziario tra lo stesso Lo Monaco e le ultime proprietà del sodalizio peloritano. Lo stemma dell’ACR Messina – che campeggiava regolarmente sulle maglie – non è di proprietà dell’imprenditore campano, che ha registrato invece la dicitura “Associazioni Calcio Riunite Messina”, che resta una sua esclusiva.

Ha sciolto, negativamente, ogni riserva su un suo possibile impegno l’industriale del caffè Francesco Barbera, che non è riuscito invece a reperire sul mercato (ed era impresa ardua in pochi giorni) eventuali sparring partner, che potessero affiancarlo in un’avventura che si annuncia onerosa ed impegnativa e per la quale riteneva necessaria una base economica adeguata, storicamente mancata al nuovo corso dell’ACR.

 

IL COMUNICATO UFFICIALE DEL COMUNE
ISCRIZIONE AL CAMPIONATO CALCISTICO DI SERIE D: PRESENTATA AL COMUNE DI MESSINA UNA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE
Entro i termini fissati per oggi, lunedì 24, alle ore 12, è pervenuta al Comune di Messina una manifestazione di interesse per l’individuazione di un soggetto interessato ad essere accreditato presso la Federazione Italiana Gioco Calcio (F.I.G.C.), per l’iscrizione al campionato di serie D in rappresentanza della città di Messina. Alla mail protocollo@pec.comune.messina.it è giunta la richiesta dell’imprenditore Pietro Sciotto. L’avviso pubblico era stato emanato dal sindaco, Renato Accorinti, d’intesa con l’assessore allo Sport, Sebastiano Pino, per salvaguardare la tradizione calcistica della città di Messina dopo la mancata iscrizione al campionato di Lega Pro da parte dell’Acr. Sarà una Commissione di valutazione, scelta dal sindaco Accorinti, a stabilire se l’offerta è ritenuta idonea ai criteri di serietà e disponibilità economica, che possano garantire un futuro di rinascita e di successi al Messina. La Commissione è composta dal dirigente del dipartimento Sport, Salvatore De Francesco; da due rappresentanti del panorama sportivo e calcistico locale, e da un esperto contabile. L’assessore Pino ha dichiarato che: “Il mio augurio è che entro domani il Sindaco possa affidare il progetto di rilancio del Messina a chi ha presentato la manifestazione di interesse, che quindi potrà cominciare ad operare per il bene del calcio peloritano”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione