Messina: In scena al Teatro la trasparenza. Una tre giorni dedicata alla prevenzione della corruzione

Si è concluso oggi al Teatro Vittorio Emanuele di Messina un intenso iter formativo di tre giorni (dal 25 al 27 luglio) dedicato a tutti i dipendenti dell’E.A.R. Teatro di Messina, in linea con la norma Uni Iso 37001:2016 per la funzione di prevenzione della corruzione e in conformità al Piano Nazionale Anticorruzione e alle indicazioni dell’ANAC.

In linea con il percorso strategico di integrità e legalità intrapreso dalla governance dell’Ente, il corso “Auditor di Sistemi di Gestione per la Prevenzione della Corruzione” è stato un’occasione per offrire a tutta la comunità professionale del Teatro un aggiornamento sulla normativa anticorruzione, sulle misure di prevenzione della corruzione e di trasparenza, ma anche per rinsaldare il senso di orgoglio e di appartenenza alla struttura.
Organizzato con Studio Europa e l’Istituto Italiano Anticorruzione, gli incontri si sono sviluppati tra lezioni frontali, dibattiti, esercitazioni e verifiche e sono stati coordinati dall’avv. Concettina Siciliano, Organo di Valutazione Interna dell’Ente. Le lezioni di alta formazione sono state tenute da docenti altamente qualificati, esperti in risk management e compliance, il Presidente dell'Istituto prof. avv. Federico Bergaminelli ed il prof. ing. Gennaro De Crescenzo, amministratore unico di Studio Europa.

Il positivo il riscontro evidenziato dall’esperienza ha tracciato un solco che condurrà l’Ente, già nei prossimi mesi, ad investire ulteriormente con nuove attività di formazione qualificata del proprio personale.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione