Parco dei Nebrodi, falso pacco bomba accanto ad abitazione Antoci

31 Luglio 2017 Cronaca di Messina

S.STEFANO DI CAMASTRA (MESSINA) - Falso allarme bomba ieri pomeriggio a Santo Stefano di Camastra (Me), a 100 metri dalla casa del presidente del Parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci, già vittima di altri atti intimidatori. Sono stati proprio gli uomini della scorta a notare un congegno elettronico con antenna posizionato sopra un pilastro del guard rail, lungo la strada che Antoci percorre tutti i giorni per raggiungere la propria abitazione. Sul posto sono intervenuti gli artificieri, che dopo avere analizzato il congegno ritrovato hanno escluso che si trattasse di un dispositivo per l'attivazione di un ordigno.
Secondo gli inquirenti il falso pacco bomba potrebbe essere un avvertimento nei confronti del presidente del parco dei Nebrodi, vittima di un attentato oltre un anno fa, quando la sua auto fu raggiunta da alcuni proiettili a poche settimane dall’approvazione della legge voluta dallo stesso Antoci e nata dal suo protocollo della legalità per contrastare la mafia dei pascoli.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione