Operazione Katana: Messina, dure condanne per banda di srilankesi

19 Settembre 2017 Inchieste/Giudiziaria

Dure condanne per la banda di srilankesi che tra il 2011 ed il 2013 avrebbe terrorizzato connazionali con aggressioni e rapine. Fatti venuti a galla con l’operazione Katana al centro del processo che si è svolto davanti alla Seconda sezione penale del tribunale.

Il processo di primo grado si è concluso con undici condanne e quattro assoluzioni. La condanna più alta 8 anni e 10 mesi per Fernando Nalin Prasanna Warnakulasuriya mentre per Fernando Nalaka Sanjeewa Warnakulasuriya 5 anni e 7 mesi, Damitha Asanka Tamel Warnakulasuriya 5 anni 11 mesi, Sudath Jayantha Lowe Warnakulasuriya 5 anni, 11 mesi. Sono stati inoltre condannati Roy Malcon Warnakulasuriya 1 anno e 2 mesi , Fernando Mourice Prasanna Poruthutage 3 anni e 2 mesi, Appuhami Andarege Don- Gimhan 3 anni e 10 mesi, Appuhami Andarege Don Malith 1 anno ed 1 mese, Hetti Arachechige Randeepa Sudeema 3 anni e 10 mesi, Korela Gamage Gayan Danushka 1 anno e 2 mesi, Mayura Chaturanga Warnakulasooriya 1 anno. Sono stati invece assolti con le formule perché il fatto non sussiste o per non aver commesso il fatto Rohana Batagoda, Muthukuda Arachchige Don Noroshan Dushantha Appuhmay, Hathathinige Fernando Suresh Indika Niroshan, Korela Gamage Dinesh Kumara.

L’indagine condotta da polizia e carabinieri ha fatto luce su una serie di aggressioni e rapine ai danni di cittadini dello srilanka da parte di una banda di giovani che si muoveva in auto ed in moto, accerchiando la vittima di turno. Numerosi gli episodi portati a galla dalle indagini degli agenti delle volanti e dei carabinieri della Compagnia centro che per mesi hanno raccolto denunce, ricostruito aggressioni e pestaggi.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione