IL 15 GIUGNO IL PRIMO GAY PRIDE A MESSINA

8 Marzo 2019 Cronaca di Messina

Tutti gli anni in Italia vengono organizzati circa 30 gay pride e se ne aggiungono sempre di nuovi, soprattutto in piccole città e nel sud Italia. Per questo motivo, e per le tantissime manifestazioni, l’insieme di tutti i Pride si chiama “Onda Pride 2019”, e si aggiungono a tutti i gay pride organizzati in giro per il mondo non solo in estate ma anche in inverno. Spesso si organizzano viaggi in base alle principali Pride Week nel mondo.

Quasi tutti i pride vengono organizzati da fine maggio ai primi di settembre, ma la parata è solamente l’evento culminante di tutte le pride week che sono un insieme di eventi e appuntamenti per la comunità LGBT organizzati nella settimana del Pride. I pride di maggio e giugno vengono spesso organizzati nelle grandi città, con particolare attenzione ai primi pride dell’anno e a quelli organizzati nella settimana in cui si celebra il cinquantesimo anniversario dei moti di Stonewall, che hanno segnato la nascita del movimento lgbt e delle sue lotte contro la discriminazione basata sull’orientamento sessuale.

Quest'anno anche Messina è nell'elenco delle città prescelte. Si svolgerà infatti il prossimo 15 giugno il primo “Gay Pride” dello Stretto. Si è già costituito nelle scorse settimane il comitato organizzatore a cui hanno già aderito decine di associazioni e collettivi impegnati sul terreno dei diritti civili.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione