Messina: Ruba le offerte dei fedeli all’interno della Chiesa San Giuliano, 57enne denunciato

12 Marzo 2019 Cronaca di Messina

A conclusione di un’attività di indagine, i Carabinieri della Stazione di Messina Principale hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica Peloritana, un 57enne messinese, ritenuto responsabile del reato di furto aggravato, poiché, alla vigilia dello scorso Natale, si era introdotto all’interno della Chiesa di San Giuliano in Via Garibaldi e si era appropriato di oltre 1000 euro in contanti, frutto delle offerte dei fedeli, custoditi dal parroco all’interno della sacrestia.

Da quel giorno sono iniziate le indagini dei Carabinieri, alle dipendenze della Compagnia di Messina Centro, che hanno portato all’individuazione dell’autore del furto, anche grazie all’ausilio della visione dei filmati di alcune telecamere di videosorveglianza presenti in zona che avevano ripreso il sospetto.

I militari dell’Arma hanno così ricostruito la dinamica dei fatti, accertando che il ladro si era introdotto nella Chiesa in un momento in cui all’interno non era presente nessuno e subito dopo il furto si era dato alla fuga a piedi. I militari nelle settimane seguenti hanno avviato dei controlli sui soggetti che si erano resi responsabili di analoghi reati di furto, individuando i possibili sospettati e successivamente controllandoli di persona. In particolare ad una fermata del bus il 57enne è stato identificato e riconosciuto dai militari come la persona che aveva commesso il furto alla chiesa di San Giuliano.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione