VIDEO-INTERVISTA – SI E’ INSEDIATO IL NUOVO QUESTORE VITO CALVINO

26 Marzo 2019 Cronaca di Messina

[embed]https://www.facebook.com/stampalibera.it/videos/320761098585968/[/embed]

 

Primo giorno di lavoro a Messina per il Questore Vito Calvino. Una tabella di marcia fittissima iniziata questa mattina presto con la deposizione della corona al monumento dei caduti alla Caserma Calipari. Ha voluto incontrare, a seguire, i funzionari che lo collaboreranno in questa nuova avventura con i quali ha scambiato strette di mano ed i migliori in bocca al lupo. Si è poi diretto a Letojanni per accogliere, insieme alle altre autorità civili e militari, il Ministro delle Infrastrutture Toninelli. Un salto alla capitaneria di porto e poi dritto in Questura per incontrare gli organi di stampa in una conferenza di presentazione.

“Sono felicissimo di essere qui e grato al capo della polizia per questa opportunità che mi viene data. Sono contento di lavorare in questa realtà che conosco. Io però Messina me la devo meritare e per questo metteremo con i miei colleghi tutto il nostro impegno, la nostra dedizione, il nostro sacrificio per dare alla città e ai cittadini la migliore risposta in termini di sicurezza e vivibilità in generale”. Lo ha detto stamani durante una conferenza stampa il nuovo questore di Messina Vito Calvino. “Credo molto nella funzione sociale ed etica della polizia – ha aggiunto – dobbiamo anche essere pronti ad intercettare le problematiche dei cittadini più bisognosi e cercheremo di farlo attraverso anche le iniziative nelle scuole per la prevenzione. Il punto di partenza è dare continuità a ai questori che mi hanno preceduto e che hanno guidato una macchina di alto livello che ha conseguito risultati straordinari, ove sarà possibile cercheremo di migliorare nei target che emergeranno dalle criticità e dalle contingenze del territorio attraverso analisi, pianificazione e confronti continui. L’obiettivo è quello di fornire con l’attività quotidiana le migliori risposte alle domande dei cittadini che hanno bisogno di avere risposte nell’ambito della criminalità organizzata, della microcriminalità, nel cyberbullismo, le scommesse on line il traffico stupefacenti“.

CHI E'

Originario di Palermo, classe 1961, Vito Calvino è un Funzionario della Polizia di Stato con un passato trentennale in amministrazione dove si è prevalentemente occupato di attività giudiziaria.

Ha diretto importanti commissariati tanto distaccati quanto sezionali. Vittoria è stato il primo nel 1988 e alla Questura di Ragusa è stato anche Vice Dirigente della Squadra Mobile. Successivamente una lunga parentesi palermitana città nella quale arriva nel 1991. Dirigente del Commissariato di Brancaccio per 5 anni e di quello di San Lorenzo per altri 2, vive gli anni difficili successivi alle stragi in due quartieri caratterizzati da un alto tasso delinquenziale anche legato alla criminalità organizzata che non manca di colpire conseguendo significativi risultati che lo porteranno alla guida della Sezione Criminalità Organizzata prima, alla vice dirigenza ed alla dirigenza subito dopo, della locale Squadra Mobile. Lì si distinguerà per aver disarticolato numerose consorterie mafiose anche attraverso la cattura di pericolosi latitanti come Domenico Raccuglia, Gianni Nicchi, Giuseppe Falsone.

Meritatissime le promozioni conseguite a primo Dirigente ed a Dirigente Superiore.

Con tale ultima qualifica sarà nominato Direttore del Reparto Investigazioni Giudiziarie della Direzione Investigativa Antimafia coordinando tutte le indagini sul territorio nazionale volte ad infliggere duri colpi alle organizzazioni di stampo mafioso.

Infine Messina con il suo primo incarico da Questore.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione