Messina: arrestato il collaboratore di giustizia Gaetano Barbera

27 Marzo 2019 Cronaca di Messina

La Squadra Mobile di Messina ha tratto in arresto Gaetano Barbera, ex mafioso del clan Giostracollaboratore di giustizia, e la sorella Maria: i due sono accusati di detenzione e porto illegale di arma da sparo. Alla donna sono stati applicati i domiciliari, mentre il pentito si trova in carcere e gli è stato revocato il programma di protezione. Le indagini, coordinate dalla Dda, diretta dal procuratore Maurizio de Lucia, hanno accertato che Barbera era tornato a delinquere. Nella località protetta in cui viveva, ha avuto una violenta colluttazione in un bar per difendere un amico: temendo ritorsioni, l’uomo si è procurato una pistola che è stata consegnata alla sorella, Maria, che l’ha trasportata in treno da Messina alla località protetta. L’arma è stata rinvenuta oggi dalla polizia.

Barbera è ritenuto responsabile di 3 omicidi (Stefano Marchese, Francesco La Boccetta e Roberto Idotta) commessi durante la guerra tra cosche esplosa tra i clan messinesi, era inserito nel clan Giostra ed è ritenuto uno dei fedelissimi del capomafia ergastolano Marcello D’Arrigo. Ha iniziato a collaborare con i magistrati dal 2013.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione