Milazzo: La bidella si innamora della prof e la palpeggia al seno. Denunciata per stalking e violenza sessuale

28 Marzo 2019 Cronaca di Messina

Stavolta non è un amore tra due adolescenti, né tra un adolescente e un professore, ma un amore unilaterale che è finito con una denuncia per stalking: protagonista una bidella di 55 anni di una scuola di Milazzo (Messina), che avrebbe riservato particolari «attenzioni» nei confronti di una docente 62enne.

Un rapporto contrastato, avvenuto nel 2016. L'insegnante non ha gradito però queste attenzioni della collaboratrice scolastica, originaria di Barcellona Pozzo di Gotto, e l'ha denunciata per stalking. La prof ha affermato che la bidella avrebbe tentato una vera e propria violenza sessuale nei suoi confronti di fronte a diversi testimoni che avrebbero assistito attoniti a una serie di palpeggiamenti del seno.


Proprio queste avances hanno fatto scattare l'ipotesi anche di reato di violenza sessuale, oltre che di stalking. Così il Pubblico Ministero, Sarah Caiazzo ha chiesto di celebrare un nuovo processo che si terrà nei prossimi giorni al Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto. La presunta molestatrice, accusa di violenza sessuale, è assistita dagli avvocati Paolo e Giuseppe Genovese, nominati difensori d'ufficio.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione