Messina. Droga nella frutta: arrestato corriere con 15 kg di hashish

30 Marzo 2019 Cronaca di Messina

Finanzieri del Comando Provinciale di Messina, nell’ambito degli ordinari servizi di controllo economico del territorio, hanno rinvenuto presso l’approdo delle navi di Tremestieri oltre 15 chilogrammi di hashish all’interno dell’abitacolo di un autoarticolato. La sostanza stupefacente era nascosta in un vano della motrice di un TIR di grosse dimensioni, occultato in un sacco di plastica, nel tentativo di sfuggire ad un eventuale controllo dei cani antidroga. Nel corso dei controlli effettuati dalle Fiamme Gialle sui mezzi in transito nella città dello Stretto, grazie alle sofisticate procedure di analisi di rischio elaborate e all’esperienza investigativa maturata dai finanzieri, nonché al fiuto del cane antidroga Sara, è stato individuato l’autotreno, carico di frutta destinata al mercato all’ingrosso, all’interno del quale a seguito del controllo è stata rinvenuta la sostanza stupefacente. Il corriere della droga, B.S., un uomo italiano originario della provincia di Ragusa, è stato tratto in arresto in flagranza di reato per traffico di sostanze stupefacenti e successivamente associato presso il carcere di Messina “Gazzi”. Anche questa operazione testimonia il continuo e quotidiano impegno delle Fiamme Gialle a tutela della legalità ed ha consentito di impedire l’immissione sul mercato dello spaccio di un considerevole quantitativo di droga.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione