POLICLINICO-NEMO SUD: L’ON. ELVIRA AMATA, “PERCHE’ L’INTERROGAZIONE NON E’ FIRMATA DA PARLAMENTARI MESSINESI?”

7 Aprile 2019 Politica

Sull’interrogazione di alcuni deputati pentastellati sulla convenzione Policlinico-Nemo Sud interviene anche l’on. regionale Elvira Amata.

“Contro il NemoSud arriva un’interrogazione i cui contenuti, se confermati, andrebbero approfonditi ma sarebbe certamente grave se si scoprisse che in quell’interrogazione grillina (al Ministro grillino) ci fossero illazioni e imprecisioni. Non sta a me dire se sia l’una o l’altra cosa. Umanamente sono vicina al NEMO Sud e ai suoi operatori perché ho avuto modo, come tanti, di toccarne con mano l’abnegazione, la serietà e l’eccellenza del servizio offerto. D’altra parte una considerazione politica mi preme farla. Come mai senatori non messinesi segnalano una cosa simile? Da dove parte questa azione? E come mai non c’è traccia di parlamentari messinesi in questa vicenda, ad ora? Non una rivendicazione, non un chiarimento, non una nota stampa o un post. Eppure il capogruppo alla Camera del partito di Governo (e che ha in quota proprio il Ministro della Salute) è messinese. E, per quel che mi risulta, è un messinese che il NEMO lo conosce bene. Sono io, dunque, ad interrogare me stessa rispetto alla stranezza che noto in certe dinamiche e che sembrano avere ben poco interesse per chi c’è al centro della questione: i pazienti! Rimango in attesa di sviluppi con l’auspicio di vederci chiaro. Da membro della commissione sanità all’ars intendo chiedere un’audizione dei vertici del Nemo”, così la deputata regionale di Fratelli d’Italia, On. Elvira Amata

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione