CALCIO: Terremoto ACR Messina, Alessandro Faranda (Fontalba). “Profonda incertezza, sto dalla parte dei tifosi”

13 Aprile 2019 Sport
 “Ho appreso solo dalla stampa con stupore in questi giorni gli stravolgimenti che riguardano l’ACR Messina e mi sento di manifestare vicinanza a chi improvvisamente non fa parte più di un team che, nonostante difficoltà ed errori, ha saputo risollevare le sorti della squadra, ancora in corsa per raggiungere alcuni importanti traguardi”. Sono le parole di Alessandro Faranda, amministratore di Fontalba, main sponsor del Messina: “Prima di essere un imprenditore che ha sostenuto, investito e creduto fortemente in questo progetto e non si è mai ritirato, neppure nei momenti più bui e controproducenti per un’azienda, sono un tifoso e amo la mia città, bisogonosa di un riscatto anche dal punto di vista calcistico. Sto dalla parte di chi va allo stadio tutte le settimane e adesso vede nuovamente una profonda incertezza alla luce del repentino smantellamento delle direzioni. Non so quanto possano essere positivi questi cambiamenti, che da un lato fanno perdere a noi interlocutori punti di riferimento preziosi con i quali ci siamo sempre confrontati, dall’altro creano un clima di disorientamento e insicurezza soprattutto nei giocatori. Rivolgo un grosso in bocca al lupo – conclude Faranda – a chi scenderà in campo nelle prossime partite: pensate a giocare e vincere per i vostri tifosi, per la vostra città”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione