Fornero a Messina. La protesta di Atreju e Gioventù Identitaria

3 Maggio 2019 Politica

La visita dell’ex Ministro Elsa Fornero a Messina non è di certo passata inosservata, generando molteplici proteste. Anche i giovani dell’associazione Atreju insieme al movimento Gioventù Identitaria hanno voluto manifestare il proprio dissenso.

Al centro della protesta delle due associazioni il sistema pensionistico introdotto dall’ex Ministro del Lavoro del governo Monti, che per Atreju e Gioventù Identitaria ha creato molti problemi alla popolazione italiana e soprattutto ai giovani. Infatti, l’aumento dell’età pensionabile,previsto dalla Legge Fornero, non ha fatto altro che ritardare l’ingresso di migliaia di giovani nel mondo di lavoro.

Una piccola delegazione delle due associazioni,per questo, ha aspettato l’arrivo della professoressa Fornero, impegnata nella mattinata di giovedì all’Università per una lezione/seminario, per esprimere le proprie critiche in merito alla riforma pensionistica elaborata da quest’ultima. Un momento di dialogo che ha visto l’ex Ministro particolarmente predisposta al confronto con i ragazzi.

Se l’atteggiamento disponibile dell’ex ministro ha sorpreso positivamente la delegazione, i ragazzi di Atreju e Gioventù Identitaria, hanno mostrato delusione per la mancanza all’incontro di altri gruppi che operano in campo universitario. Per le due associazioni l’incontro con la Fornero di giovedì può rappresentare uno stimolo per tutti quei gruppi politici che operano a livello giovanile e studentesco a intraprendere un’azione comune contro determinate scelte che negli ultimi anni hanno pregiudicato il futuro dei giovani.