MESSINA: Promette di toglierle il “malocchio”, invece le ruba soldi e gioielli. La Polizia arresta donna di 65 anni per furto aggravato

10 Maggio 2019 Cronaca di Messina

Aveva bussato alla porta presentandosi come una vicina di casa disposta a fornire aiuto in caso di bisogno e aveva convinto l’anziana vittima di essere in grado di eliminare il “malocchio”. Proprio a tal fine, approfittando dell’età avanzata della signora, l’ha invitata a consegnare quanto fosse in suo possesso e, in particolare, qualche monile che portava indosso e poco più di 200 euro in contanti. Infine, per far sì che il rito potesse avere esito positivo, il tutto veniva avvolto in un fazzoletto di stoffa che non avrebbe dovuto essere toccato prima di un certo orario.

Dopo questa successione di atti, la sessantacinquenne si è allontanata con quanto ottenuto con l’inganno. Grazie alle immagini di un impianto di videosorveglianza vicino, si è individuata la vettura della donna e successivamente si è risaliti alla sua identità. Sottrattasi per giorni all’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari ordinata dal giudice, ieri è stata arrestata agli imbarchi dei traghetti per la Calabria dal personale dell’U.P.G. e S.P. della Questura di Messina. Trattasi di Maria SPICUZZA, nata ad Adrano, 65 anni.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione