Festa dell’Arma, quest’anno serata speciale al Teatro Antico di Taormina

15 Maggio 2019 Cronaca di Messina

Una cornice d’eccezione per una festa emozionante, quella che i Carabinieri di Messina e Calabria stanno preparando in occasione della Festa dell’Arma. Quest’anno infatti accanto alle tradizionali celebrazioni dei battaglioni di Sicilia e Calabria che cadranno come da tradizione il 5 giugno, qualche giorno dopo il teatro antico di Taormina ospiterà uno spettacolo organizzato dal Comando Interregionale Culquaber.

La scaletta ufficiale ancora non c’è, ma le premesse sono quelle di una serata memorabile, che lascerà il segno anche tra i civili che vorranno partecipare. “Dal cuore dell’Arma del nostro sud Musica sotto le stelle”, l’8 giugno sera al Teatro Antico, sarà aperta a tutti e l’ingresso sarà libero. Chi vorrà, però, potrà donare quanto vorrà alla Croce Rossa, che supporterà l’organizzazione della serata.

Il ricavato della raccolta andrà poi in beneficienza all’Onarmo, l’associazione che offre sostegno agli orfani dei carabinieri.

Grazie alla collaborazione del Comune di Taormina e del Parco Archeologico di Naxos, che gestisce il Teatro, oltre all’ingresso libero ci sarà anche la possibilità di parcheggiare in maniera agevolata in uno dei due principali parcheggi della cittadina jonica.

Fin qui le prime indicazioni sull’organizzazione, a cui il Generale Luigi Robusto, comandante dell’Interregionale, sta lavorando alacremente. Sullo spettacolo, invece, qualcosa trapela già.

A presentare sarà un nome noto al grande pubblico, “forse qualcuno che la divisa dell’Arma l’ha indossata almeno una volta nella vita”, è l’unica cosa che si fa scappare il generale Robusto. La musica di Mascagni, ma non solo, sarà la colonna sonora della serata, affidata alla Fanfara dei Carabinieri, che arriverà appositamente da Palermo, ed alla Banda Musicale della Brigata Aosta. Sul palco ad esibirsi ci saranno esclusivamente militari: il coro della Scuola Allievi, un pianista, una violinista e un trombettiere della stessa Scuola, poi un tenore e un soprano e altre voci soliste.

Lo splendido scenario del Teatro Antico sarà poi valorizzato dall’uso artistico delle luci. A chiudere la serata ovviamente l’Inno di Mameli e l’ammainabandiera, mentre al mattino la giornata sarà aperto dall’alzabandiera al teatro, a cui prenderanno parte anche gli allievi delle scuole messinesi.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione