CASSAZIONE: Omicidio stradale, rinviato a dicembre il verdetto per la morte di Lorena Mangano

19 Giugno 2019 Inchieste/Giudiziaria

Slitta al 4 dicembre la sentenza di Cassazione per la morte di Lorena Mangano la ragazza di 23 anni che la notte del 26 giugno 2016, in via Garibaldi, all’altezza dell’incrocio con la via Torrente Trapani, a Messina, fu travolta dall’allora 34enne Gaetano Forestieri, che aveva ingaggiato una corsa con Giovanni Gugliandolo. La sua auto, una Fiat Panda, fu speronata dalla Audi Tt di Forestieri, impegnato in una corsa contro la Fiat 500 di Gugliandolo.

Alla base del rinvio deciso dai giudici della V sezione penale della Cassazione c’è una diversa qualificazione giuridica dei fatti contestati a Gugliandolo, secondo le previsioni del caso “Drassich” e della sentenza emessa l’11 dicembre 2007 dalla corte europea dei diritti dell’uomo, che ha determinato il rinvivo a dicembre.

In primo grado Forestieri era stato condannato ad 11 anni per omicidio stradale, mentre Gugliandolo a 7 anni e fu disposto il risarcimento danni alle parti civili. La corte d’appello di Messina rideterminò le condanne, da 11 a 10 anni per Forestieri e da 7 a 6 per Gugliandolo.