“Catemoto De Luca”: oggi la presentazione alla libreria Ciofalo di Messina

20 Giugno 2019 Culture

In anteprima assoluta, a Messina, per lanciare il volume, Emilio Pintaldi, ha scelto la libreria Ciofalo di Via Consolato del Mare. Il volume sarà presentato oggi giovedì 20 giugno alle 16,30. Converseranno con l’autore il professore Francesco Pira sociologo e docente dell’Università di Messina autore della prefazione, il professore Marco Centorrino docente e sociologo dell’Università di Messina e Rosaria Brancato, giornalista e direttrice di Tempostretto. La metà dei diritti che spettano all’autore saranno devoluti al centro Nemo sud di Messina che si occupa dei pazienti affetti da malattie neuromuscolari e all’associazione Abc amici dei bimbi in corsia.
A colpi di post, di tuffi in piscina e di parodie, vuole arrivare alla presidenza della Regione. La comunicazione del sindaco di Messina Cateno De Luca viene passata ai raggi x in un saggio scritto dal giornalista professionista Emilio Pintaldi. La tecnica utilizzata dal politico più social della Sicilia viene esaminata in centotrentacinque pagine. La prefazione del libro è del professore Francesco Pira, sociologo e docente dell’Università di Messina ed esperto dei fenomeni social e di comunicazione politica. Nel volume anche un approfondimento del giornalista Santi Cautela che ha analizzato le parole e i temi affrontati durante la campagna elettorale da De Luca. A darlo alle stampe, Casta editore, una società editrice indipendente. Le foto di copertina sono dei fotografi: Enrico Di Giacomo, Oskar e Rocco Papandrea.
«Nell’era di internet e dei social- scrive l’autore- il tradizionale ufficio stampa e la vecchia comunicazione pubblica fatta di fax, conferenze stampa e comunicati, sono totalmente superati. E’ una conseguenza dello spostamento di grandi masse di utenti sui social, dell’abbandono da parte di intere generazioni della carta stampata, dell’avvento di una televisione che utilizza la “smart tecnologia”. I leader post-politici- quelli che hanno preso il posto dei predecessori che utilizzavano i media tradizionali come normali canali di comunicazione, molto spesso, non hanno un vero e proprio addetto stampa. Non hanno uno spin doctor. Non hanno un portavoce. Cateno De Luca, sindaco di Messina dal giugno del 2018, rappresenta il superamento di qualsiasi mediazione tradizionale tra la politica pubblica e il cittadino».
«Personalmente – scrive il professor Francesco Pira – da circa 20 anni studio l’evoluzione della comunicazione politica, ne analizzo i diversi aspetti attraverso l’impiego di più chiavi di lettura, cercando di comprendere l’evoluzione dei processi comunicativi e del linguaggio in un’ottica sociologica. In questo modo teoria e realtà diventano un tutt’uno e restituiscono l’immagine quanto più variegata di questa nostra realtà complessa e complicata. E questa ricostruzione si fonda su solide basi scientifiche, le stesse che costituiscono i presupposti di questo libro che con padronanza e profonda onestà intellettuale offre ai lettori uno spaccato di quel processo che ha portato al nuovo modo di concepire la comunicazione politica»

Emilio Pintaldi è giornalista professionista. E’ dottore magistrale in Scienze della comunicazione ed ha conseguito all’Università di Messina un master di primo livello in “Manager della comunicazione pubblica”. Per 22 anni è stato corrispondente da Messina del quotidiano “il Giornale di Sicilia”. Ha lavorato anche con “la Sicilia” con le emittenti Tele Etna e Antenna Sicilia e con il settimanale regionale “Centonove” dove ha ricoperto il ruolo di caposervizio. Per oltre vent’anni ha condotto sulle frequenze di Radio Messina Uno Special una trasmissione radiofonica mattutina. E’ corrispondente dell’emittente televisiva regionale Tgs e conduce da sette anni su Tcf, emittente locale messinese, la fortunata trasmissione televisiva Malalingua. Collabora con La Wdr la Radio di Stato tedesca. E’ docente a contratto del corso di laurea in mediazione culturale e linguistica che si tiene al Consorzio universitario di Agrigento. “Catemoto De Luca” è il secondo saggio in cui l’autore affronta il tema della comunicazione. Il primo, “L’informazione che non capisco”, è stato pubblicato nel 2006.
Francesco Pira, autore della prefazione, è docente di comunicazione e Giornalismo presso il Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università degli Studi di Messina, dove è coordinatore Didattico del Master in “Manager della comunicazione Pubblica”. Insegna Comunicazione pubblica e d’impresa presso lo IUSVE, l’Università salesiana di Venezia e Verona. E’ visiting professor presso l’Università Re Juan Carlos di Madrid e docente Erasmus presso l’Università di Wroclaw in Polonia. Svolge attività di ricerca nell’ambito della sociologia dei processu culturalui e comunicativi. Al suo attivo molte ricerche e pubblicazioni sulla comunicazione politica. Ha svolto attività di formatore e consulente per partiti, movimenti e candidati politici. Ha seguito come osservatore campagne elettorali in Italia, Europa e negli Stati Uniti. E’ stato definito uno dei massimi esperti del fenomeno fake news a cui è dedicato il suo penultimo libro “Giornalismi” che firma con Andrea Altinier.