Ruba auto, ai domiciliari 43enne Felice Sollima

26 Giugno 2019 Cronaca di Messina

Nel pomeriggio di ieri i poliziotti delle Volanti hanno eseguito l’ordinanza di aggravamento di misura emessa dal Tribunale di Messina, con la quale è stata disposta la sostituzione della misura dell’obbligo di dimora con quella degli arresti domiciliari nei confronti di SOLLIMA Felice, messinese di 43 anni, ritenuto responsabile del reato di furto.
In particolare lo scorso 16 giugno l’uomo si è impossessato di un’autovettura. Il proprietario accorgendosi dell’accaduto ha allertato la sala operativa della Questura. L’immediato intervento degli agenti ha permesso di rinvenire il mezzo, che era stato abbandonato in una via del centro. I successivi accertamenti effettuati nonché le testimonianze raccolte hanno consentito di risalire all’autore del furto, identificato nel Sollima.
Pertanto, l’A.G. competente ha ritenuto non più adeguata la misura a cui era sottoposto il quarantatreenne, già gravato da numerosi precedenti specifici, disponendone la sostituzione con gli arresti domiciliari.
L’arrestato, inoltre, a seguito della perquisizione domiciliare effettuata, è stato, denunciato in stato di libertà per i reati di ricettazione e possesso di arnesi atti allo scasso.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione