L’INAUGURAZIONE DI UNA NUOVA VERSIONE DELLA CASA DI VINCENZO

27 Giugno 2019 Politica

Sabato 29, alle ore 10.30, sarà aperto alla città l’immobile sito in via Alessio Valore denominato Casa di Vincenzo, dormitorio comunale per i senza fissa dimora. “La Casa di Vincenzo – ha dichiarato l’assessore alle Politiche Sociali Alessandra Calafiore – non ha mai chiuso in questo periodo. Sono stati apportati numerosi lavori sia da un punto di vista strutturale che per quanto riguarda gli arredi interni. E’ un’occasione per fare conoscere alla cittadinanza quella che è la nuova realtà della Casa di Vincenzo, che si è arricchita per le attività migliorative realizzate dal personale della Messina Social City ma anche attraverso elementi concreti che riguardano gli arredi e la struttura stessa. Un’impostazione totalmente nuova nell’erogazione del servizio che viene incontro alle esigenze delle persone più fragili della città e che rappresenta un’iniziativa fortemente voluta dal sindaco Cateno De Luca, dal mio assessorato alle Politiche Sociali e dalla Messina Social City, al fine di migliorare le condizioni del dormitorio e presentarlo più vivibile ed accogliente, rendendo anche più efficace l’attività svolta nei confronti di queste persone più sfortunate”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione