Candidatura Di Matteo, Ardita: ”Avrà il sostegno di tutti noi”

15 Luglio 2019 Inchieste/Giudiziaria

“Nino Di Matteo si rende disponibile alla candidatura da indipendente alle elezioni suppletive del Csm per due posti nella categoria pubblico ministero. E avrà il sostegno di tutti noi”.Sono queste le parole in un post Facebook del consigliere del Csm, già procuratore aggiunto di Messina, Sebastiano Ardita sul sostegno della candidatura del pm antimafia Nino Di Matteo da indipendente al Csm. Una notizia che è stata accolta favorevolmente da diversi utenti che hanno lasciato i commenti al post di Ardita. “Non penso ci sia una persona più appropriata” ha scritto un utente. Per un altro la nomina del sostituto procuratore nazionale antimafia“sarebbe la cosa più giusta e sarà importante per il Paese”. E c’è anche chi si augura “che anche stavolta non trovino una scusa per farlo fuori”. E non pochi vedono la candidatura come un’occasione per “salvare la magistratura”. Dopo l’inchiesta di Perugia, che vede indagato per corruzione l’ex presidente dell’Anm Luca Palamara, l’organo di autogoverno della magistratura ha subito un vero e proprio terremoto con diversi consiglieri che son stati coinvolti nello scandalo delle nomine dei magistrati e che hanno scelto di dimettersi. Per questo motivo il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che è anche presidente del Csm, per il 6 e 7 ottobre ha indetto le elezioni suppletive necessarie per la sostituzione dei membri togati dimissionari. Secondo il capo dello Stato questa sarà l’occasione per “voltare pagina” dopo uno scandalo che ha messo in “grave” discussione l’immagine della magistratura, che per questo ha bisogno di un riscatto.