Taormina. Turista canadese muore e dona gli organi

15 Luglio 2019 Cronaca di Messina

“Sento il dovere di restituire qualcosa ad altri, considerato che mia moglie è una trapiantata”.

E’ il gesto di solidarietà di un turista canadese in vacanza a Taormina, che ha dato il consenso per la donazione degli organi del fratello di 60 anni deceduto al Policlinico di Messina in seguito ad un malore accusato nella cittadina turistica.

LA SOLIDARIETA’ DEI FAMILIARI
Consenso già espressamente dichiarato dalla moglie del defunto. Si sono così attivate le procedure per il prelievo del fegato e dei due reni, a cura dell’equipe dell’Ismett di Palermo. I sanitari hanno operato con il fondamentale supporto dei dottori Olivia Penna e Alberto Noto della Rianimazione del Policlinico. Le cornee, invece, sono state prelevate dalla dottoressa Felicia Ferreri della dell’unità operativa complessa di Oftalmologia del Policlinico e inviate alla Banca degli occhi.

“Oltre al fratello – spiega il dott. Francesco Puliatti, coordinatore della Donazione e trapianto d’ organi e tessuti del Policlinico – tutti i familiari hanno manifestato la volontà di procedere al prelievo di organi. Hanno ricordato la generosità del congiunto e come lui stesso sia stato in qualche modo segnato dalla generosità di altri pazienti, che avevano donato una nuova speranza alla moglie.

L’EFFICIENZA DELLA MACCHINA ORGANIZZATIVA
Sono stati, come sempre, momenti particolarmente toccanti, in cui si sono incrociati il dolore per la morte di una persona e la gioia per un gesto, quello della donazione, che ha una valenza fondamentale. Ma per la cui riuscita – sottolinea il dottore Puliatti – non si può prescindere dall’efficienza di una macchina organizzativa complessa. Un riscontro importante all’impegno dei medici è arrivato dagli stessi familiari del turista deceduto, i quali hanno voluto ringraziare tutto il personale per la sensibilità e la professionalità dimostrata nel prendersi cura del loro congiunto e nel gestire le delicate fasi della comunicazione della morte e della possibilità di donazione.