BANCAROTTA, INFLITTI 4 ANNI E 2 MESI AL NOTO COMMERCIALISTA STEFANO PICCOLO

16 Luglio 2019 Inchieste/Giudiziaria

Il noto commercailista Stefano Piccolo, 67 anni, di Barcellona, è stato condannato ieri dai giudici del Tribunale di Barcellona (presidente del collegio Antonino Orifici) a 4 anni e 2 mesi di reclusione perchè riconosciuto colpevole di bancarotta fraudolenta patrimoniale che ha causato il fallimento della società a responsabilità limitata ‘Holiday Line’ di Milazzo, dalla quale sono spariti quasi 12 miliardi di vecchie lire. Soldi di cui si sarebbe persa traccia a seguito di una compravendita effettuata attraverso la società ‘Ni.Ca.Gi.’ di Barcellona che originariamente commerciava carni all’ingrosso e di cui Stefano Piccolo era amministratore. A chiedere la condanna – come scrive nell’edizione di oggi Leonardo Orlando su Gazzetta del Sud – è stato il pubblico ministero Alessandro Liprino. Stefano Piccolo, oltre ad essere il consulente tributario della ‘Di.Be.Ca.’ , l’immobiliare della famiglia Cattafi di cui la stessa moglie del commercialista Ferdinanda Corica è amministratrice, da sempre si è occupato di gestione e consulenze di società che hanno mosso ingenti capitali, tanto da essere stato consulente della fallita ‘Holiday Line Srl’ fondata dall’ex imprenditore alberghiero Gianfilippo Muscianisi, 72 anni di Milazzo, che per la stessa vicenda era già stato assolto nel settembre del 2015. Adesso unico responsabile per la sparizione dei 12 miliardi delle vecchie lire dalle casse della società che era diventata proprietaria del complesso turistico ‘Le vecchie saline’ di Olba, in provincia di Sassari, è stato ritenuto Stefano Piccolo. I soldi incassati nel dicembre del 1994 a Roma dalla società amministrata da Piccolo, rappresentavano infatti, secondo quanto ricostruito in fase investigativa, il corrispettivo della vendita del complesso residenziale situato in Sardegna. Una vicenda, quella della compravendita delle ‘Vecchie saline’ di Olbia, di cui si occupò il Gioco di Firenze nell’ambito dell’inchiesta sull’autoparco di via Salomone a Milano che portò nei primi anni ’90 all’arresto dell’avvocato Rosario Cattafi. Da quel rapporto i diversi filoni d’inchiesta sulla ‘Holiday Line srl’.

 

LEGGI ANCHE

BARCELLONA. IL FALLIMENTO 'HOLIDAY LINE' E 12 MILIARDI DI LIRE SPARITI: SVOLTA NELLE INDAGINI DELLA PROCURA. IL COMMERCIALISTA STEFANO PICCOLO, CONSULENTE DELLA FAMIGLIA DI SARO CATTAFI, RISCHIA IL GIUDIZIO PER BANCAROTTA FRAUDOLENTA. L'11 MAGGIO DAVANTI AL GUP