Messina, terrorizza la moglie e la sorella: arrestato 43enne per violenza privata

31 Agosto 2019 Cronaca di Messina

I poliziotti delle Volanti impegnati nel controllo del territorio hanno proceduto all’arresto di un quarantatreenne messinese resosi responsabile del reato di violenza privata ai danni della moglie e della sorella.

Secondo quanto risultato dal racconto che le donne hanno fatto ai poliziotti intervenuti, dopo un diverbio tra coniugi nato per motivi economici, l’uomo ha dapprima spintonato la moglie con il figlio minore fuori di casa, per poi inseguirli all’interno dello stesso stabile. La donna, infatti, aveva subito cercato rifugio in casa dei suoceri, dove erano presenti la sorella dell’aggressore e i nipotini.

Al rifiuto delle due donne di aprire la porta di casa, l’uomo ha provato a sfondarla con un treppiedi in ferro, danneggiandone la cornice e la serratura.

Quando i poliziotti sono arrivati, le donne, terrorizzate, erano ancora barricate in casa ed evidenti si presentavano i segni di forzatura con calcinacci e altri pezzi del rifascio del portone sparsi sul pianerottolo.

Raggiunto il responsabile e sequestrato l’oggetto con cui la porta era stata quasi del tutto scardinata, i poliziotti hanno proceduto all’arresto. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, il quarantatreenne è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso altra abitazione.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione