La brutale rapina alla novantenne: I due minori restano in carcere

19 Settembre 2019 Inchieste/Giudiziaria

I due ragazzi arrestati per le violenze subite dall’anziana novantenne nella sua abitazione sabato scorso, restano in carcere in quanto ‘hanno dimostrato una inaudita ferocia’. È quanto ha deciso il gip del Tribunale dei minori Gaetano Saya, accogliendo la richiesta cautelare del pm Annalisa Arena. Le contestazioni principali per entrambi sono di rapina aggravata, lesioni gravissime e violenza sessuale, con una posizione differenziata nel capo d’imputazione per questa terza contestazione: nel senso che materialmente solo uno dei due, il 14enne, ha cercato di abusare della donna, mentre l’altro, il 17enne, risponde di concorso morale, anche per non aver impedito la violenza.