Fanno la pipì dopo la rapina: I Ris di Messina incastrano tre banditi

1 Novembre 2019 Cronaca di Messina

Dall’urina lasciata su un muretto i carabinieri sono riusciti a risalire a tre rapinatori accusati di aver commesso quattro colpi ad altrettanti supermercati nell’ottobre scorso a Lentini, Carlentini e Francofonte, nel Siracusano. I carabinieri hanno eseguito tre misure cautelari personali di obbligo di dimora nel comune di residenza con permanenza in casa la notte e prescrizione di presentazione alla polizia giudiziaria nei confronti di Alfio Simone Sapienza di 21 anni, Raul Lo Re, 22, e Andrea Finocchio, 21, tutti lentinesi. I tre avrebbero agito sempre con il volto coperto minacciando con pistole e giraviti i commessi degli esercizi commerciali.

L'indagine dei militari, diretta dai sostituti procuratori Stefano Priolo e Salvatore Grillo, e coordinata dal procuratore aggiunto Fabio Scavone, si è avvalsa del supporto del Ris di Messina: i tre erano stati ripresi dagli impianti di videosorveglianza. Ma determinante è stato l’episodio accaduto il 25 ottobre scorso: i tre hanno urinato nel muretto adiacente l'esercizio commerciale. I militari hanno prelevato i campioni di dna risalendo ai rapinatori.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione