Operazione Flower, il plauso di Confcommercio Messina. Picciotto: “Forte e necessario contrasto alla criminalità grazie ad un lavoro di rete”​

5 Novembre 2019 Cronaca di Messina

“Un forte e assolutamente necessario contrasto alla criminalità messinese”: è il commento del presidente di Confcommercio Messina Carmelo Picciotto sull’Operazione Flower che stanotte ha portato alla luce un sistema grave, complesso e di stampo mafioso nella movida della città. “L’ottimo lavoro svolto dalle Forze dell’Ordine, in particolare dalla Polizia e dalla DIA (direzione investigativa antimafia), e l’importante collaborazione con l’amministrazione comunale, il sindaco Cateno De Luca e l’assessore Dafne Musolino, è la dimostrazione che sinergia e azioni mirate e strategiche danno preziosi e immediati risultati, che presto si tramutano in ossigeno sano e pulito per l’economia del nostro territorio. Un’economia spesso penalizzata - continua Picciotto - che già soffre una congiuntura sfavorevole e non puó permettersi di essere intaccata dall‘illegalità, come nel caso della gestione della sicurezza nei locali notturni. Da oggi, finalmente, gli imprenditori del settore saranno più al sicuro e potranno svolgere il loro lavoro in modo libero, onesto, competitivo e nella logica di una “rete” che mira all’interesse dell’intera comunità”.

Nella foto: il presidente di Confcommercio Messina Carmelo Picciotto.​

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione