Fabio Repici: Il 12 dicembre di Piazza Fontana ma anche di Graziella Campagna

Riceviamo e pubblichiamo una riflessione dell’avvocato Fabio Repici sul 12 dicembre, anniversario della strage di Piazza Fontana ma anche dell’omicidio di Graziella Campagna. Un ricordo ma anche un appello: non cali l’oblio sulla memoria della povera Graziella Campagna!

Il cinquantesimo anniversario della strage fascio-atlantica che rubò l’innocenza all’Italia e che fece diciassette morti e ottantotto feriti ha fortunatamente rimosso dall’oblio la strage di Piazza Fontana. C’è però un altro 12 dicembre, che insieme all’innocenza della provincia di Messina nel 1985 rubò la vita a Graziella Campagna. È bene ricordarlo, quest’altro anniversario triste, a Messina e nell’intera Nazione, a imperitura memoria dello straziante assassinio di una ragazzina, delle protezioni di cui hanno goduto i suoi killer, dei depistaggi che fecero delle investigazioni e della giustizia messinesi sinonimo di scandalosa farsa e degli eroici sforzi del fratello di Graziella, Piero Campagna, che alle investigazioni e alla giustizia messinesi in sconfortante solitudine restituì dignità. Anche per questo, ma non solo per questo, è doveroso impedire che cali l’oblio sul sorriso dolce di Graziella Campagna.

Fabio Repici

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione