Asilo dell’Esercito inaugurato a Messina. La nuova struttura voluta dall’Esercito sarà fruibile da mercoledì 18

16 Dicembre 2019 Cronaca di Messina

Mercoledì 18 dicembre alle ore 10, presso la caserma "Crisafulli-Zuccarello" di Messina, il Generale di Brigata Bruno Pisciotta, comandante della Brigata "Aosta" e il sindaco di Messina, Dott. Cateno De Luca inaugureranno l'asilo nido "Lupetto Vittorio", dal nome della mascotte dell'Esercito. L'opera, realizzata dall'Esercito grazie all'utilizzo di materiali e tecnologie di ultima generazione, ha elevate performance energetiche e avrà un ingresso indipendente su viale Europa, un ampio parco giochi esterno, aree verdi attrezzate, giardino sensoriale, locali cucina, mensa ed un funzionale parcheggio per i genitori dei piccoli ospiti. La struttura, prima nel suo genere in Sicilia, verrà gestita da Messina Social City, partecipata del Comune di Messina, e sarà frequentata dai figli dei militari dei reparti dell'"Aosta" in servizio a Messina, ma anche dagli abitanti della zona, già a partire dalla conclusione delle imminenti festività natalizie e di fine anno. Gli organi di informazione sono invitati a presenziare alla cerimonia, chiedendo accredito al seguente indirizzo di posta elettronica: stampa@baosta.esercito.difesa.it

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione