Il Capodanno 2020 in Galleria, la proposta di Debora Buda

17 Dicembre 2019 Politica

«Nei giorni scorsi ho richiesto all’Amministrazione comunale di organizzare il Capodanno 2020 presso la Galleria “Vittorio Emanuele” di Messina. Tale possibilità costituirebbe per gli esercenti una occasione per dimostrare sintonia ed unione di intenti e per la cittadinanza un momento di gioia e convivialità in una delle location più belle e suggestive della nostra splendida città».

A chiederlo è la consigliera del IV Quartiere Debora Buda. «Sono consapevole – prosegue – che sia già in atto l’organizzazione del Capodanno al Duomo, ma ritengo che, in una grande città come Messina, offrire la possibilità di scelta ai cittadini non possa che far bene agli stessi. Un unico evento, infatti, sarebbe riduttivo dato il numero dei cittadini interessati, a maggior ragione se si pensa che la Galleria sia uno spazio vivibile ed assai attrattivo nonchè l’unico spazio pubblico al chiuso del quale questa città è dotata. I commercianti con i quali ho parlato – conclude – hanno dato massima disponibilità di concertazione per rispettare le esigenze dei residenti della zona e mettere una parte di fondi a disposizione.  L’auspicio pertanto è che l’amministrazione voglia accogliere positivamente la mia richiesta donando ai Messinesi questa possibilità». 

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione