Stretto di Messina: tre operazioni di soccorso in mare della Guardia Costiera

19 Dicembre 2019 Cronaca di Messina

NELLA SCORSA NOTTE BEN TRE DISTINTE OPERAZIONI SAR
SONO STATE EFFETTUATE SOTTO IL COORDINAMENTO DELLA
CAPITANERIA DI PORTO DI MESSINA – AUTORITA’ MARITTIMA DELLO
STRETTO. TUTTO E’ COMINCIATO CON LA RICEZIONE DI UN SEGNALE
DI ALLERTA SATELLITARE COSPAS SARSAT OPERANTE SULLA
FREQUENZA MARITTIMA 406 Mhz (EPIRB) RICONDOTTO
IMMEDIATAMENTE SUL LITORALE SUD DI MESSINA E PRECISAMENTE IN
PROSSIMITA’ DELLA LOCALITA’ MAREGROSSO. I RISCONTRI
EFFETTUATI IN MERITO ALLA PROVENIENZA DEL SEGNALE HANNO
CONSTATATO L’ASSEGNAZIONE DEL TRASMETTITORE AD UNA UNITA’
DA PESCA ALL’ATTUALITA’ FERMA PER LAVORI PRESSO UN LOCALE
CANTIERE NAVALE. E’ STATO DIPOSTO ALL’ARMATORE PROPRIETARIO
DI VERIFICARE LO STATO DI ATTIVAZIONE DELL’APPARATO
INVITANDOLO IN CAPITANERIA PER GLI ACCERTAMENTI DEL CASO. E’
STATA COMUNQUE EFFETTUATA UNA ATTIVITA’ DI RICOGNIZIONE A
MEZZO DIPENDENTE UNITA’ SAR CP 852 VIA MARE ED UNA
PERLUSTRAZIONE VIA TERRA DA PARTE DI UNA AUTOPATTUGLIA, IL
TUTTO CON ESITO NEGATIVO.
INTORNO ALLE ORE 0300 CIRCA E’ STATO RICEVUTO UN MAY
DAY DA PARTE DI UNA UNITA’ DA DIPORTO A VELA CON A BORDO DUE
PERSONE DI NAZIONALITA’ RUSSA CHE A CAUSA DELLE AVVERSE
CONDIMETEO ERA ALLA DERIVA AL TRAVERSO DI PELLARO. SI
RICHIEDEVA IMMEDIATAMENTE L’INVIO IN ZONA DELLA MV CP 801
DELLA DIREZIONE MARITTIMA DI REGGIO CALABRIA ALLERTANDO
CONTESTUALMENTE IL NUCLEO AEREO DI CATANIA PER L’EVENTUALE
IMPIEGO DEL VELIVOLO SCHEDULATO IN SERVIZIO SAR. L’UNITA’ IN
DIFFICOLTA’ E’ STATA RAGGIUNTA DOPO CIRCA TRE QUARTI D’ORA ED
E’ STATA ASSISTITA DURANTE LA NAVIGAZIONE PRESSO IL VICINO
PORTO DI REGGIO CALABRIA.
DOPO CIRCA MEZZ’ORA IL LOCALE CENTRO DI MONITORAGGIO E
CONTROLLO VTS HA RECEPITO LA CHIAMATA DELLA MN SEA PATRIS
CHE APPENA FUORI DALLO SCHEMA DI SEPARAZIONE DEL TRAFFICO IN
DIREZIONE SUD E’ RIMASTA ALLA DERIVA A CAUSA DEL MANCATO
RIAVVIO DEI PROPULSORI. E’ STATO DISPOSTO L’IMMEDIATO INVIO DEL
RIMORCHIATORE IN SERVIZIO DI REPERIBILITA’ A RAGIONE DELLA
CRITICA DISTANZA DALLA COSTA, CIRCA 1.5 NM, E DELLA
CONSISTENTE DERIVA PER LE PROIBITIVE CONDIMETEO IN ATTO.
DOPO CIRCA MEZZ’ORA LA NAVE COMUNICAVA IL TOTALE RIAVVIO DEI
MOTORI RIPRENDEMDO COSI’ LA SUA REGOLARE NAVIGAZIONE.
TEMPESTIVA E’ STATA L’AZIONE DI TUTTO IL PERSONALE
IMPIEGATO NEI TRE CONCOMITANTI EVENTI A RAGIONE DI UN
COORDINAMENTO EFFICACE E SINERGICO CHE HA POTUTO COSI’
CONTENERE L’EVOLVERSI DELLE OPERAZIONI.
ANCORA UNA VOLTA E’ OPPORTUNO RIBADIRE ALL’UTENZA DI
METTERE IN ATTO TUTTE LE PRECAUZIONI NECESSARIE AD
INTRAPRENDERE LA NAVIGAZIONE SPECIE IN GIORNATE COME QUELLE
TRASCORSE CHE HANNO FATTO REGISTRARE CONDIZIONI METEO
PROIBITIVE ED AL LIMITE DELLA NAVIGABILITA’.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione