Rapina alle Poste di via Comunale Santo. La Polizia arresta il responsabile. Aveva sequestrato il dipendente

31 Dicembre 2019 Cronaca di Messina

L’arresto di Davide BONACCORSO è scattato appena poche ore fa, nel primo pomeriggio. L’uomo, 20 anni, messinese, è l’autore di una rapina messa a segno intorno alle 15.00 di oggi presso l’ufficio postale di Via Comunale Santo.

I poliziotti delle Volanti lo hanno arrestato in flagranza di reato dopo aver fatto irruzione all’interno delle Poste. Con lui il dipendente che, bloccato all’uscita dell’ufficio, al termine della giornata lavorativa, era stato minacciato con una pistola e costretto a riaprire.

In pochi minuti il malvivente aveva razziato il denaro presente in cassaforte e all’interno dello sportello bancomat, circa 69.000 euro, e lo aveva già sistemato in un grosso sacco che i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato.

Era pronto alla fuga quando i poliziotti delle Volanti, allertati dall’allarme pervenuto in sala operativa, hanno circondato l’edificio bloccando ogni via di fuga e fatto irruzione. Il rapinatore, vistosi braccato, si è arreso e ha consegnato l’arma, una pistola Beretta 7,65 con matricola abrasa, con cui l’uomo aveva minacciato il dipendente sequestrato, fortunatamente incolume.

Recuperati anche il berretto e una bandana con cui il ventenne si era travisato per avvicinare il dipendente e mettere a segno il colpo. Dopo l’arresto, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato trasferito presso la casa circondariale Messina Gazzi. 

Il bottino della rapina è stato riconsegnato al responsabile dell’ufficio postale.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione