Messina, lavori sull’acquedotto di Fiumefreddo: distribuzione idrica ridotta in città

6 Marzo 2020 Cronaca di Messina

Sono in corso gli interventi di riparazione sulla condotta adduttrice dell’acquedotto di Fiumefreddo a Messina. I tecnici di Amam avevano già iniziato i lavori più urgenti, approfittando del fermo tecnico dell’impianto di Torrerossa dovuto ai lavori di Enel nei giorni scorsi.

Tuttavia, la complessità dell’intervento sta richiedendo ancora l’impegno degli uomini di Amam e l’ulteriore fermo del flusso d’acqua dalla Centrale alle pendici dell’Etna, per consentire di eseguire i lavori in sicurezza. I tempi di distribuzione idrica saranno dunque ridotti di qualche ora, nella giornata di oggi e di domani, quando si prevede il completamento dell’intero intervento di ripristino.

«Visto il particolare momento legato anche alle vicende di prevenzione dal diffondersi del coronavirus – afferma il presidente di Amam, Salvo Puccio – ci rendiamo conto della maggiore importanza che l’acqua riveste per tutte le fasce della popolazione e specialmente per quelle a rischio. Amam sta riducendo al massimo i disagi e velocizzando più che possibile i lavori. Tuttavia, essi vanno compiuti in massima sicurezza per le maestranze impegnate. Grazie a tutti gli utenti per la comprensione e per la collaborazione».

«Con la consueta massima puntualità, forniremo ogni aggiornamento attraverso tutti i mezzi di comunicazione: dai media al sito istituzionale e ai social. Come sempre, infine, ai recapiti istituzionali, gli utenti potranno segnalare eventuali situazioni di pericolo o disagio particolare, al fine di poter apprestare la cura tempestiva»., conclude Puccio.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione