CORONAVIRUS, LA GITA A MADONNA DI CAMPIGLIO, SU 116 IN 76 NON HANNO DATO ALCUNA COMUNICAZIONE

18 Marzo 2020 Senza categoria

Ci sono i primi dati sui messinesi che sono andati a sciare a Madonna di Campiglio, per capire se, come prevede il decreto, si siano “autodenunciati” comunicando il loro transito da zone a rischio.

“In esito al confronto tra i dati in possesso di questa ASP  e l’elenco trasmesso a questa direzione generale solo alle ore 16.15 del 18/3/2020 da parte della Polizia Municipale di Messina, parrebbe emergere che su 116 nominativi in elenco 21 hanno effettuato la comunicazione nei termini, 19 hanno effettuato la comunicazione fuori dai termini e i rimanenti non hanno effettuato alcuna comunicazione; sono in corso ulteriori approfondimenti, su eventuali registrazioni con altre modalità non di pertinenza di questo ufficio”, scrive il direttore generale Paolo La Paglia.
“Si comunica altresì che i riscontri sul portale CostruireSalute.it gestito dalla protezione civile regionale risulterebbero già effettuati dalla Polizia Giudiziaria, e questo ufficio in atto ne disconosce l’esito”.
“Si coglie l’occasione – conclude – per precisare che questa Azienda Sanitaria, nei limiti delle direttive superiori ricevute e di concerto con la Prefettura di Messina e l’Assessorato Regionale per la Salute, ha sempre effettuato le dovute comunicazioni e dato corso alle richieste di informazioni, in uno spirito di leale e doverosa collaborazione tra Istituzioni; questa direzione nei limiti dei dati provenienti dalle altre Istituzioni ha sempre dato tempestivamente corso ai provvedimenti di competenza“.