Coronavirus, a Messina saranno distribuite gratuitamente le mascherine di protezione

26 Marzo 2020 Cronaca di Messina

“Sono arrivate le prime 1000 mascherine a disposizione della nostra comunità, grazie alla collaborazione e all’idea che l’Esercito Italiano e il nostro vicesindaco Salvatore Mondello, hanno messo in piedi. Ne arriveranno altre 20 mila, grazie alla disponibilità della Startex tessuti di Calatabiano, l’azienda che ha messo a disposizione gratuitamente le stoffe. Ringraziamo inoltre il Comandante della Brigata Aosta dell’Esercito Italiano. Comincia dunque da oggi la distribuzione gratuita delle mascherine. Contiamo di offrirne 1000 al giorno. La realizzazione delle mascherine è stata offerta da un’azienda della provincia di Messina, che ha chiesto di restare anonima ed alla quale rivolgiamo insieme alla StarTex un sentito ringraziamento di cuore. Abbiamo bisogno di donne e uomini di buona volontà che ci supportino in questo momento di grave difficoltà”. A comunicarlo è il sindaco di Messina Cateno De Luca.

ARRIVO IN CITTA’ DI MILLE MASCHERINE: PRECISAZIONE DELL’ASSESSORE MINUTOLI
In riferimento ad un articolo diffuso oggi da un quotidiano online e relativo all’arrivo in città di mascherine, l’Assessore alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli precisa quanto segue: “Le mascherine, che sono state commissionate dall’Amministrazione comunale in collaborazione con l’Esercito, e di cui ieri è arrivato a Messina il primo stock di mille, sono state predisposte e già distribuite in quantità di seicento alle sei Circoscrizioni tramite i loro Presidenti, che a loro volta le consegneranno alle persone immunodepresse e agli anziani che ne hanno particolare necessità, in modo tale da dare una risposta operativa e concreta sul territorio a quei soggetti che ne hanno bisogno e risultano sprovvisti. Sappiamo bene che si tratta di un numero esiguo e indicativo, ma le mascherine richieste in tutta Italia, anzi in tutto il mondo, continueranno ad arrivare e si attende che si concretizzino tutte le donazioni già promesse, ma ancora delle quali attendiamo il riscontro concreto. Saranno quindi distribuite secondo altre modalità da stabilire in corso d’opera. Pertanto – conclude l’Assessore Minutoli – si invita la cittadinanza tutta a non creare file e a non presentarsi agli uffici circoscrizionali, presso la sede del C.O.C. della Protezione Civile o al Comune, né tantomeno intasare le linee telefoniche. In questo momento non ci sono altre mascherine se non quelle per gli addetti ai lavori, che effettivamente sono in continuo contatto con persone a rischio COVID-19. Per il resto si sta pensando di dare un supporto alla cittadinanza, poiché, a quanto sembra, le farmacie a breve dovrebbero essere di nuovo rifornite di mascherine”.