7 Aprile 2020 Cronaca di Messina e Provincia

Scuole adibite ad emergenza abitativa, l’Unione inquilini sollecita la sanificazione

L’Unione inquilini Messina torna a chiedere la sanificazione nelle scuole adibite ad emergenza abitativa. La richiesta era stata inoltrata già il 20 marzo all’assessore alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli, dai rappresentanti delle scuole Foscolo, Pietro Donato e Cararratti. “Prendiamo atto con rammarico – scrivono in una nota – che, a distanza di due settimane, nulla è cambiato. Nelle strutture in questione abitano svariati gruppi familiari con decine di minori, che vivono in alloggi non idonei e che necessitano, appunto, di interventi di sanificazione. La sanificazione delle suddette strutture è prevista dal DPCM, dal DL “Cura”, dalle ordinanze comunali e regionali in tema di salute pubblica”.

Pe l’Unione inquilini le operazioni di sanificazione si configurano non solo come azioni necessarie per decine di persone che abitano in condizioni di precarietà abitativa, ma anche come atti di responsabilità politica.

“Ricordiamo, altresì, che queste operazioni competono alla figura del sindaco il quale, nella figura di massima autorità sanitaria cittadina, deve attuare tutte le azioni possibili per evitare il diffondersi di situazioni che possano nuocere alla salute collettiva. Come Unione Inquilini – conclude la richiesta – riteniamo che, al netto della nostra valutazione sulla necessità di non inasprire i toni della comunicazione, specie in questo periodo di pandemia, siano necessarie anche delle prese di posizione da parte della Giunta comunale e della Protezione Civile nelle operazioni di propria competenza, non sono per salvaguardare la salute pubblica, ma anche per rispondere alle esigenze basilari di decine di cittadini”.