D’UVA: “OK DEL MINISTERO A CORRIDOI CONTROLLATI”

11 Aprile 2020 Politica
“Ci tengo a informare i miei concittadini che la proposta sui Corridoi Controllati sullo Stretto di Messina, fatta da me e dalla collega del MoVimento 5 Stelle Grazia D'Angelo, è stata recepita con successo dal Ministero dell'Interno ed è già in fase di attuazione. Il riscontro è arrivato direttamente dal Ministero e dal Viceministro Vito Crimi, che ha ribadito l'utilità del nostro contributo volto a definire ulteriormente le modalità applicative delle norme già emanate per contrastare l'emergenza epidemiologica da Covid-19, già pienamente esecutive sulla scorta dei decreti promulgati dal 31 gennaio in poi”.
Così il deputato questore Francesco D’Uva, PortaVoce messinese del MoVimento 5 Stelle.
“In questi giorni abbiamo lavorato senza troppo clamore, ma con determinazione e nell'interesse di tutti, per modellare ancora meglio norme già di per sé valide ed efficaci sulle caratteristiche uniche e specifiche, sia dal punto di vista geografico che infrastrutturale, dello Stretto di Messina.
Le Autorità locali di Pubblica Sicurezza, che ringrazio per il solido e incessante lavoro, applicano quindi le misure nazionali contemplando la modalità dei c.d. 'Corridoi Controllati', con scambio di dati sui flussi tra Forze dell'Ordine di stanza sullo Stretto e Forze dell'Ordine dei singoli Comuni siciliani e controllo capillare della veridicità delle autocertificazioni rese dai passeggeri in transito.
Sono soddisfatto che il nostro contributo, realizzato grazie a un metodo in linea con le prescrizioni nazionali, possa essere utile a rafforzare ancora di più, laddove fosse necessario, la gestione della sicurezza e della prevenzione, anche durante le festività pasquali. Colgo l'occasione per augurare a tutti i messinesi una buona Pasqua. Una Pasqua che, sebbene segni un momento di assoluta difficoltà per tutti, sia di buon auspicio per il superamento dell'emergenza in atto. Non abbassiamo la guardia e continuiamo a fare la nostra parte per sconfiggere il virus e riprenderci i nostri spazi affettivi, sociali, economici”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione