Sonia Alfano: ”La mafia è un problema europeo. La Germania ha perso la memoria”

15 Aprile 2020 Mondo News

“Non accettiamo lezioni da chi baratta col pagamento delle tasse l’aggressione al tessuto sociale ed economico del proprio Paese”. Così Sonia Alfano, già presidente della Commissione speciale antimafia del Parlamento europeo, nonché figlia del giornalista, Beppe Alfano, assassinato da Cosa nostra, ha commentato duramente, in un’intervista all’Agenzia Dire, l’editoriale del quotidiano tedesco “Die Welt”, secondo cui in Italia la mafia sta aspettando che arrivino i finanziamenti europei. “Il rischio è reale, ma le mafie sono un problema europeo. – ha precisato – La Germania, forse, dimentica la strage di Duisburg e dovrebbe ricordare che quando i nostri magistrati hanno chiesto accertamenti irripetibili ai colleghi tedeschi, questi hanno negato e inquinato la scena del crimine”Sonia Alfano quando “in Commissione rappresentai il pericolo di un attacco al tessuto sociale ed economico della mafia in Germania, la risposta dei miei colleghi tedeschi fu secca: basta che pagano le tasse”.
In conclusione, per l’ex europarlamentare “nessuno può farci la morale in termini di lotta alla mafia. Siamo dotati di un vasto patrimonio di leggi e strumenti investigativi, acquisito dopo aver versato sangue e lacrimato dolore”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione