Questura di Messina: Intensificazione dei posti di controllo in autostrada

27 Aprile 2020 Cronaca di Messina

Nell’ambito dei servizi pianificati ed organizzati dal Questore di Messina, in occasione della festività del 25 Aprile, la Sezione Polstrada di Messina congiuntamente alle Sottosezioni Autostradali di Messina e Giardini ed ai Distaccamenti di Barcellona e S. Agata di Militello, hanno intensificato i controlli in ambito autostradale al fine di garantire il rispetto delle misure varate per il contenimento della diffusione del Coronavirus con l’obiettivo di mantenere quanto più possibile ridotto il rischio da contagio.

In particolare, in occasione del prevedibile transito di andata e rientro dalle località vacanziere, sono state adottate lungo la tratta autostradale A20, con la collaborazione del personale  dell’Ente concessionario, specifiche iniziative con la predisposizione di un modello operativo che prevede la deviazione di tutto il traffico autostradale all’interno di aree di servizio, ove vengono sistematicamente sottoposti a controlli tutti i veicoli e le persone, realizzando un vero e proprio “filtro” di monitoraggio di situazioni che avrebbero potuto compromettere il contenimento dei rischi di contagio epidemiologico. 

Inoltre sono stati realizzati ulteriori posti di controllo presso gli svincoli autostradali della A18 in prossimità delle principali località “turistico-vacanziere” quali Giardini Naxos, e Taormina, verificando i transiti e le motivazioni legate alle movimentazioni dei veicoli e delle persone, acquisendo le autocertificazioni, per le successive verifiche ove non risultasse possibile farlo sul posto.

L’impiego della specialità Polizia Stradale è stato costituito da 83 pattuglie complessivamente distribuite nell’arco delle 24 ore e coordinate dal Dirigente della Sezione Polizia Stradale dr. Nicolò D’Angelo. Sono stati controllati 405 veicoli e 470 persone e sono state elevate 22 sanzioni per violazione alla normativa sulle misure di contenimento del “CoVid 19” e nr. 8 sanzioni per violazioni al CdS.  

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione