Stagione balneare ai nastri di partenza, a Messina inizia la pulizia delle spiagge

27 Maggio 2020 Cronaca di Messina

Messinaservizi Bene Comune annuncia che da domani 28 Maggio inizierà la pulizia delle spiagge a Messina partendo da S.Margherita cercando di pulire il litorale messinese da Sud a Nord prima del 6 Giugno, giorno dell’avvio della stagione balneare in Sicilia.

Lo comunica il presidente della Messinaservizi Bene Comune Giuseppe Lombardo che annuncia: “Ogni spiaggia verrà pulita, e sarà effettuato il rastrellamento, la scerbatura e la disinfezione, in modo che ogni battigia venga certificata Covid free e i bagnanti possano andare a mare in sicurezza. Tenteremo prima dell’avvio della stagione balneare di fornire ai messinesi la maggior parte delle spiagge pulite, considerando che si sta partendo in ritardo per la sovrapposizione di altri servizi dovuti all’emergenza Covid 19. Attrezzeremo parecchi tratti della battigia con mini isole ecologiche, un segno di civiltà e di attenzione verso i bagnanti. Adesso tocca ai messinesi tenerle pulite e conferire la giusta tipologia di rifiuti nei rispettivi contenitori. Chiediamo, come sempre, collaborazione da parte dei cittadini affinché le spiagge possano restare più pulite il più a lungo possibile, ricordando che rappresentano il nostro punto di forza anche per il turismo e quindi per molte attività economiche”.

La ripresa della stagione balneare in Sicilia è molto attesa tanto dagli operatori del settore quanto dagli amanti del mare.
Già da qualche giorno i lidi hanno riaperto per le attività collaterali di pulizia e sistemazione.
L’accordo sul via alla stagione balneare in Sicilia è stato raggiunto il pomeriggio dello scorso 20 maggio alla fine di un vertice in videoconferenza tra l’assessore al Territorio Salvatore Cordaro, il dirigente generale del Dipartimento Ambiente Giuseppe Battaglia, il presidente della IV Commissione Giusi Savarino e i responsabili delle associazioni datoriali dei balneari: Salvo Basile di Assoturismo Confesercenti Sicilia, Alessandro Cilano di Fiba Confesercenti Sicilia, Ignazio Ragusa di Sib Confcommercio, Luca Maimone di Assobalneari Confindustria, Giampaolo Miceli e Guglielmo Pacchione di Cna Balneari Sicilia e Giovanni Cimino di Oasi – Confartigianato.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione