Coronavirus, c’è una nuova vittima nel Messinese: un uomo di 89 anni. Anzi due. Morto un altro ospite della ‘Come d’Incanto’

7 Giugno 2020 Cronaca di Messina

Il coordinamento per l'emergenza coronavirus nell'area metropolitana di Messina informa che un uomo di 89 anni è deceduto presso l'ospedale "Cutroni Zodda" di Barcellona P.G.. Il paziente era risultato positivo al Covid-19. L'Azienda ha provveduto ad avvertire i familiari ed esprime loro la proprio vicinanza.

Dall'inizio dell'emergenza sono pertanto 58 in totale i decessi di persone affette da coronavirus in città e provincia. Ma è un numero che purtroppo va aggiornato.

Stamattina infatti è morto un anziano che dalla casa di riposo 'Come d'incanto" stava andando a ricoverarsi al Piemonte. Una morte improvvisa. La 30esima vittima già ospite della Casa di riposo. Il paziente è risultato positivo al Covid 19 effettuato post mortem nonostante fossero stati effettuati nei giorni scorsi tamponi che era risultati negativi. Il virus, come è stato sempre detto, è subdolo e non si conosce a fondo. C'è da dire che l'anziano aveva molte patologie e, dicono i sanitari, che sia morto con il Covid e non per il Covid. Sono stati sanificati tutti gli ambienti. L'anziano aveva 88 anni ed era stato ricoverato alla casa di cura San Camillo da dove era uscito dopo aver fatto tre tamponi a distanza tutti negativi. Le sue condizioni per altre patologie pregresse erano gravi, ma non aveva sintomi da Covid. Stanotte è peggiorato tanto che è stato deciso il ricorso al 118. Ma purtroppo non ha fatto in tempo ad arrivare in ospedale.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione