Internazionalizzazione: la Camera di commercio di Messina avvia una prima assistenza all’export per le Pmi

12 Giugno 2020 Senza categoria

Internazionalizzazione e consolidamento della propria presenza sui mercati esteri. E’ con questo obiettivo che la Camera di commercio ha deciso di mettere a disposizione delle proprie imprese una prima assistenza tecnica per l’export attraverso un Temporary export specialist (Tes®) di Comark, società del gruppo Tinexta partner di Unioncamere, che sarà disponibile in teleconferenza per un colloquio, previo appuntamento.

L’iniziativa è rivolta sia alle Pmi che vogliono intraprendere un percorso di internazionalizzazione, sia a quelle che vogliono consolidare la propria presenza nei mercati esteri.

Durante il primo colloquio, il Tes® ascolterà le esigenze dell’azienda e offrirà gratuitamente l’assistenza. L’impresa potrà, inoltre, richiedere una scheda di prima valutazione (Export sales report), in cui verranno indicati i mercati obiettivo e i canali ritenuti migliori per la strategia commerciale rivolta all’estero.

Per ottenere gratuitamente l’analisi, è opportuno per il Tes® raccogliere tutte le informazioni necessarie sulla situazione attuale di export, le potenzialità dell’azienda in questo ambito e l’individuazione dei relativi bisogni in termini di servizi. All’impresa saranno richiesti: il fatturato, la descrizione dei prodotti, l’organizzazione delle vendite, le strategie e i canali di distribuzione, i mercati di presenza attuali e i mercati di espansione desiderati. Potranno essere analizzati tutti i settori merceologici.

«Rilanciare l’economia è, oggi più che mai, un imperativo categorico – afferma il presidente della Camera di commercio, Ivo Blandina – alla luce delle disastrose conseguenze che i provvedimenti varati per contenere la pandemia da Covid 19 hanno avuto sul nostro tessuto imprenditoriale. Provvedimenti necessari, ai quali avrebbero dovuto seguire misure adeguate a contenere gli effetti della crisi sul nostro sistema produttivo. Invece, ci si è confrontati solo con misure tardive e insufficienti. Un’economia messa letteralmente in ginocchio, che stenta a riprendersi».

«Incrementare le vendite e la competitività sul territorio nazionale e all’estero è imprescindibile per le aziende e, in questo momento, lo è ancora di più – aggiunge la segretaria generale, Paola Sabella – per questo, l’Ente camerale ha voluto, tramite questa iniziativa, supportare le proprie Pmi tramite un’attività d’informazione, formazione, supporto organizzativo e assistenza». 

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione