Messina, disposta la riapertura dei mercati non alimentari

13 Giugno 2020 Cronaca di Messina

Con ordinanza del vicesindaco Salvatore Mondello, la n. 188 del 12 giugno 2020, è stato revocato il provvedimento sindacale n. 174 del 25 maggio 2020, ed è stata disposta la riapertura dei mercati rionali non alimentari che si svolgono nell’area ex Mandatari del viale Giostra nei giorni di martedì e venerdì; nel piazzale di villaggio Audisio, nei giorni di mercoledì e giovedì; e in via Orso Corbino nella giornata di domenica.

Gli operatori sono tenuti ad osservare le norme di sicurezza sanitaria e di distanziamento sociale come dettagliate nelle “Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative” approvate in data 16 maggio 2020 dalla Conferenza delle Regioni e delle Provincie autonome, e successivamente integrate dalle Linee Guida per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative 20/83/CR01/COV19 dell’11/6/2020 recepite con il DPCM dell’11/6/2020 pubblicato sulla G.U. n. 147 dell’11/6/2020.

In particolare sono tenuti a rispettare le seguenti condizioni:

A) Delimitare i corridoi di transito dei clienti all’interno dei mercati, impedendo il transito laterale tra i banchi mediante il posizionamento di nastri/fettucce di delimitazione;
B) Regolare l’accesso all’area di mercato cinturate (mercato area ex Mandalari) mediante la presenza di personale volontario che contingenti gli accessi, evitando la formazione di assembramenti;
C) Nell’area di mercato libere (mercato area Villaggio Aldisio e via Orso Corbino) garantire attraverso la presenza di personale volontario che non si verifichino assembramenti;
D) Favorire l’allontanamento dei clienti, mediante la fuoriuscita dall’area di mercato, nel caso di assembramenti o nel caso di mancato rispetto delle distanze interpersonali;
E) Evitare folle e assembramenti con rispetto della distanza interpersonale minima di 1 mt.;
F) Osservare l’uso di mascherina e guanti per tutti gli operatori e per la clientela;
G) Osservare l’utilizzo di prodotti igienizzanti per le mani da parte degli operatori che devono curare che gli stessi siano posti a disposizione della clientela;
H) Assicurare la pulizia e la disinfezione quotidiana delle attrezzature prima dell’avvio delle operazioni di mercato di vendita;
I) Rispettare il distanziamento interpersonale di almeno un metro dagli altri operatori anche nelle operazioni di carico e scarico;
L) In caso di acquisti con scelta in autonomia e manipolazione del prodotto da parte del cliente, dovrà essere resa obbligatoria la disinfezione delle mani prima della manipolazione della merce. In alternativa, dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente;
M) In caso di vendita di beni usati eseguire la pulizia e disinfezione dei capi di abbigliamento e delle calzature prima che siano poste in vendita;
N) In caso di prova della merce da parte del cliente, provvedere al ritiro della merce provata ed alla sanificazione della stessa prima della sua nuova esposizione in vendita;
O) Obbligo per ogni operatore di dotarsi di un sacco trasparente per la raccolta dei rifiuti per la raccolta da parte di Messinaservizi Bene Comune Spa;
P) Obbligo di lasciare lo stallo, al termine delle operazioni di mercato, perfettamente pulito, provvedendo al recupero di qualsiasi materiale che non possa essere smaltito come rifiuto;
Q) Il divieto di consumo, somministrazione e vendita di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione all’interno delle aree di mercato.

Il provvedimento dispone inoltre che l’inosservanza delle norme comporterà l’immediata sospensione dell’attività di mercato.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione