Messina, sette positivi al Covid: chiuso il pronto soccorso del Papardo

19 Giugno 2020 Cronaca di Messina

Chiuso il pronto soccorso dell’ospedale Papardo di Messina: ieri pomeriggio sette persone sono risultate positive al Covid-19. Una scelta, quella della chiusura, come ha spiegato in una nota il direttore sanitario Giuseppe Ranieri Trimarchi, “per motivi di prudenza e cautela”. Ora si attende l’esito del terzo tampone effettuato stamani sui sette pazienti.

Ieri pomeriggio sette pazienti, arrivati separatamente, si sono presentati al pronto soccorso del Papardo chi per controlli sanitari e chi per un ricovero programmato, comunque tutti per patologie non legate al Covid e inoltre senza presentare alcuna sintomatologia riconducibile al virus.

Secondo quanto previsto dal protocollo sanitario sono stati sottoposti a tampone, il test “rapido”, e tutti sono risultati positivi al Covid, anche alla ripetizione dello stesso tampone. Così è scattato il protocollo sanitario previsto. Alcuni pazienti sono stati ricoverati per l’insorgere di altre patologie e altri sono stati mandati a casa e sottoposti ad isolamento domiciliare.

Il pronto soccorso attualmente è ancora in attesa di essere sanificato e verrà aperto appena saranno ristabilite le condizioni di sicurezza.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione