Sette positivi al Covid-19 al Papardo, Sciotto (Ugl): “Dimostrazione di attenzione da parte degli operatori”

19 Giugno 2020 Cronaca di Messina

Il segretario provinciale del sindacato, insieme al segretario della federazione Medici, interviene con una nota di vicinanza al personale del Pronto soccorso, ricordando che il virus non è ancora del tutto scemato.

MESSINA. “E’ di qualche ora fa la notizia di sette casi riscontrati positivi al tampone al Pronto soccorso del Papardo di Messina. Una notizia che ci sconvolge tutti e che ci ricorda come il virus non sia ancora del tutto scemato”. Così il segretario provinciale di Ugl Messina, Tonino Sciotto, insieme al segretario della federazione Medici, Giuseppe Mobilia, commenta la notizia apparsa stamattina sui giornali locali. “Siamo vicini agli operatori del Pronto soccorso, che da sempre dimostrano professionalità. Oggi più che mai risalta la loro attenzione nella cura dei pazienti, tant’è che sono riusciti ad individuarli immediatamente nonostante non presentassero alcun sintomo”, continuano i segretari di Ugl Messina. “Un plauso lo facciamo alla direzione aziendale dell’Ospedale, che è prontamente intervenuta chiudendo il reparto e mettendo l’area in  sicurezza. Siamo sicuri che riusciranno a gestire questa situazione nel migliore dei modi, al fine di contenere il virus il più possibile”, conclude Tonino Sciotto.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione