Spaccio di sostanze stupefacenti, la Squadra Mobile arresta 72enne

11 Luglio 2020 Cronaca di Messina

Si chiama Salvatore BARBERA, il messinese di 72 anni, arrestato dagli investigatori della Squadra Mobile nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo si è reso responsabile dei reati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Inoltre, è stato deferito in stato di libertà per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

I fatti risalgono al 9 luglio scorso, quando il settantaduenne nel corso di una perquisizione domiciliare, in palese stato di agitazione e con un atteggiamento insofferente, ha ostacolato l’attività di polizia giudiziaria, tentando di disfarsi di un involucro gettandolo nel water e spintonando con forza un operatore di polizia.

L’involucro prontamente recuperato conteneva della sostanza stupefacente che al successivo esame del narcotest è risultata essere un derivato di anfetamine. 

Nell’abitazione sono stati rinvenuti e sequestrati un bilancino di precisione, del materiale per il confezionamento della sostanza stupefacente e la somma di denaro pari a 260 euro ritenuta provento di attività illecita. La perquisizione estesa all’autovettura di proprietà ha permesso ancora di rinvenire e sequestrare un coltello con lama di cm 13 ed una mazza di legno.

Pertanto, l’uomo è stato arrestato e ristretto ai domiciliari su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che successivamente ha convalidato l’arresto. 

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione