L’AVVOCATO CALAFIORE CHIEDE DI PATTEGGIARE

16 Luglio 2020 Inchieste/Giudiziaria

Nuovo step giudiziario per una tranche dei tanti processi nati dall’inchiesta della Procura di Messina sul ‘Caso Siracusa’. Ieri l’ex pm Giuseppe Longo e l’avvocato Giuseppe Calafiore sono comprarsi in udienza preliminare davanti al gup di Messina Fabio Pagana, per la tranche relativa alle sentenze ‘pilotate’ a favore dell’imprenditore Ezio Bigotti (condannato martedì a 7 anni e 6 mesi). Calafiore, che è assistito dagli avvocati Alberto Gullino e Mario Fiaccavento, con il consenso della procura rappresentata dai sostituti procuratori Antonio Carchietti e Antonella Fradà, ha chiesto di patteggiare la pena in relazione a questa vicenda (11 mesi) ‘in continuazione’ con gli altri patteggiamenti già definiti, per una pena complessiva di 3 anni, 8 mesi e 11 giorni. L’ex pm Longo, che è assistito dall’ avvocato Bonny Candido, ha invece chiesto e ottenuto di avere accesso al giudizio abbreviato. Sulla richiesta di patteggiamento avanzata da Calfiore il gup si è riservata la decisione, aggiornando tutti al prossimo 6 novembre. Fonte: Gazzetta del Sud

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione